Archive | ottobre 2014

Resistex’ Third Anniversary on Twitter

Schermata 10-2456959 alle 15.37.32Today Resistex celebrates its third anniversary and it wants to involve the whole community in a specific philosophy: sport, innovation, enterprises and yarn. They are all the arguments debated in our posts, to tell everybody becoming an example to follow.

Resistex is the main sponsor of 707 Triathlon, italian winner team, and also it’s the yarns’ producer of many international companies. Every our working day is lived like a challenge, like a horizon  that ends with a goal we must achieve. Our mission is inspiring others, inviting in or community to discuss and to increase your performances.

So… Happy Birthday Resistex!

Annunci

Resistex & 707 Triathlon: “Orgogliosi di Francesca Zenti”

L’atleta Francesca Zenti, che milita nelle fila della 707 Triathlon Resistex, si racconta in una bellissima intervista. Conoscere lo sport, l’atleta, ma soprattutto la donna di tutti i giorni, che combatte nella vita come sul terreno di gioco è qualcosa di bellissimo, e noi del Blog Team di Resistex non possiamo fare a meno di essere testimoni di questi splendidi episodi.

Ferrara 20/09/14

francesca zantiLA MIA PRIMA ESPERIENZA di gara nasce un po’ per caso. Dopo circa otto anni di convivenza con questa malattia e diverse attività sportive, dopo un’autogestione fallimentare e di conseguenza sconfitte morali, mi sono decisa.
Grazie all’aiuto e il supporto di persone che mi stanno sempre vicino ho deciso di dare una svolta, di affidarmi ad un centro diabetologico competente nel settore sport e di affrontare così la prima gara.
Quella mattina per l’agitazione mi sono svegliata alle 7.00, ho guardato dalla finestra dell’albergo, pioveva. L’ansia ha iniziato ad aumentare, la gara iniziava alle 14.00, pregavo perché smettesse..la mia prima gara, non poteva piovere. Colazione e ritiro del pacco gara, finalmente verso 12.00 la pioggia inizia a cessare ed il sole a spuntare. Che felicità! Un sollievo, anche se l’inizio si avvicina
Appena aperta la zona cambio posiziono bici e scarpe, un’occhio al percorso ed ascolto il briefing. Ci siamo, indosso la muta, quattro bracciate per provare l’acqua..Agitazione paura ed emozione salgono. Si inizia. Il nuoto, come previsto, non è andato benissimo anche se il mare era calmo. Uscita mi precipito in zona cambio prendo la bici e parto, riesco a recuperare tre ragazze, di nuovo in zona cambio, un respiro di sollievo, scarpe e via.. si parte con la corsa. Ho corso male ma meglio di come pensavo, sono riuscita comunque a recuperare altre ragazze. Un giro, due giri, vedo la fine.. un’immensa soddisfazione e felicità nel passare il traguardo … ce l’ho fatta!

METABOLICAMENTE: Dovendo anche tenere conto che l’adrenalina e gli ormoni che entrano in circolo in gara aumentano la glicemia io decido di partire con una colazione standard, fette biscottate, caffè, biscotti con bolo standard 4h prima della gara.
Parto con 170-180 bevo un succo mezz’ora prima di partire con il nuoto. Alla partenza della frazione a nuoto il succo entra in circolo, raggiungo un picco che non supera i 200 e cala intorno ai 150, in discesa quando comincio la bici. Dalla borraccia bevo enervitene. Comincia la disidratazione, il calo di insulina in circolo, la glicemia sale sale e passa i 200. Ora sarebbe il caso di farsi una o due unità a metà della bici (ma come posso fermarmi nella mia prima gara?).A piedi tengo in mano una fialetta di glucosprint , solo per tranquillità. Senza insulina in circolo, a piedi la glicemia sta sopra i 200 anche 250, sale ancora per poco, poi tenedo un ritmo costante scende molto molto lentamente
Arrivo al traguardo mi faccio 3 unità immediatamente e bevo acqua. Glicemia a 300 in leggera salita fino a che l’insulina non fa effetto. Per il resto del giorno la glicemia resta stabile, da controllare particolarmente è stata la notte in cui inizia a far effetto l’attività fisica della gara che porta ad un forte abbassamento della glicemia

PENSIERO: So quali sono i miei limiti e non mi interessa esagerare o correre rischi eccessivi per raggiungere risultati che non fanno parte della mia dimensione.
Il diabete resta la più grande (?) “sfiga” che mi è capitata, ci costringe ad alcune/molte precauzioni, ma prese quelle non limita in alcun modo le nostre prestazioni, soprattutto con le moderne tecnologie.
Parlando di sport e non solo, riuscire in qualsiasi disciplina è una cosa normale, che può essere ottenuta in modo assoluto con impegno, senza rinunce ed anche con gli ostacoli che pone il DM1.

Space Google Gets Over Red Bull Using Silver?

alan eustaceThis is not a breaking news, but a record stuck in the history. The protagonist of the enterprise is the vice president of Google, not one of many, of course! Alan Eustace, 57 years old, fell down from an altitude more than 41.100 metres. Nowadays Baumgarter and Red Bull are an old story, with their 2 chilometres less than the second man of Atomic Entertainment and Paragon Space Development Corporation. The greatest “discount” lasted 15 minutes and, differently to Baumgarter, nobody knew about the enterprise. Do you know what is the secret for a great performance in the space? It’s simple: Silver! That ensure your heath also far from the atmosphere.

In the same way, Resistex® uses silver (best known as Resistex® Silver) to increase the healt, by wearing its clothes thank to the antibacterical properties: the presence of only one part of elementary silver in a 100 million parts solution is enough to achieve an effective antibacterical action. But there’s an exclusive plus introduced by Tecnofilati Laboratories, which is the high technology against the cold and afterwards the remedies to contrast the radiations’ problem too. It’s the reflecting power that in silver is greater than 95%.
Schermata 10-2456958 alle 16.21.19No other material has the same value and that means just one thing: the most part of radiant energy which comes into contact with silver is reflected back to its source.

Resistex® is not just a brand, but a real performant producer of several products certificated by test OEKO-TEX Classe 1 and Test Antibatterico Jis 1902, pushed forward by the battle cry

.

Resistex, In Ricordo di Marco Simoncelli

Marco-Simoncelli-3CSono passati già tre anni da quel Gran Premio. Tre anni che hanno scritto nella leggenda del motociclismo il nome di un giovane che ci ha lasciati, per restare aggrappato al manubrio della sua moto. Lui è Marco Simoncelli, in arte Sic, e quel giorno era il 23 ottobre del 2011, quando si correva in Malesia e, nel corso del secondo giro, la sua Honda perse il controllo della strada, finendo a terra.

Il team Resistex, vicino allo sport e ai valori vuole ricordare con questo post la memoria di un campione, che ha sempre insegnato al professionismo sportivo come sorridere e come non smettere mai, nemmeno di fronte alle avversità. Oggi, giovedì 23 ottobre 2014, non scordiamo un lutto e nemmeno ciò che l’atleta – e prima ancora, l’uomo – scomparso ci ha insegnato: a volare #SIC58

Pistorius, la Sconfitta dello Sport e dei Valori

new-york-times-writer-says-oscar-pistorius-is-paranoid-with-a-hair-triggerOmicidio colposo. E’ questo il decreto del tribunale di Pretoria, città Sud Africana dove oggi, martedì 21 ottobre, è stata decretata le detenzione di Oscar Pistorius per i prossimi 5 anni in carcere. A leggere la sentenza il giudice Thokozile Masipa. Tutto risale ai fatti avvenuti nella notte tra il 13 e il 14 febbraio 2013, durante la quale Pistorius avrebbe freddato a colpi d’arma da fuoco la propria fidanzata, Reeva Steenkamp.

Un fatto che sottolinea la sconfitta dello sport, con protagonista un campione che è anche stato definito “Il più veloce uomo senza gambe”. L’atleta, infatti, amputato bilaterale, è stato per anni simbolo del riscatto oltre del difficoltà fisiche, campione Paralimpico in grado di gareggiare con i normodotati.

Stamani, quando il nostro blog team seguiva su Breaking News la diretta del processo, ha vissuto attimi di sconforto: Resistex da sempre lavora per una cultura dello sport e del lavoro paritarie, volta al miglioramento della vita e del comfort, in cerca di figure eccellenti cui ispirarsi, non solo nella vittoria sportiva ma anche nella vita di tutti i giorni, facendoci portatori di valori forti da testimoniare con la produzione dei nostri filati.

Pistorius, When The Sport is Wasted

Schermata 10-2456952 alle 13.00.08Manslaughter. This the judgment taken by the court of Pretoria, South Africa, against the athlete Oscar Pistorius. Today the sprint runner has been put into a prison van and has left the court to begin his jail sentence. Our blog team read the news on the website Breaking News. Pistorius is charged to have committed his girlfriend murder Reeva Steenkamp in the early morning of Thursday, 14 February 2013, with a shot.

Now, for the athlete, 5 years of jail.

A dramatic episode without apparent motivations. A dramatic aspect that wastes a brilliant sport career, breaking Pistorius’ notoriety. Resistex struggles every day for a clean world. The idea of perfection we look for in our laboratories, finalized to the realization of perfect yarns for a perfect sports activity, is related to specific worthes: pace, integrity and effort.

Resistex, everyday, want to support the improvement of world quality. Finally we’d like to thank wikipedia that gives to the world perfect reports of the main characters spoken by people and newspaper.

Resistex, Ma Quante Lingue Parli?

Quando si parla di Resistex, bisogna ammetterlo, se ne parla a lungo. Confrontarsi con la concorrenza, osservare i click e il posizionamento delle nostre notizie può per molti sembrare un gioco, ma in realtà è molto di più. Grazie a voi utenti, possiamo capire cosa rappresenti un maggiore gradimento, e cosa invece tende a passare inosservato. Il team di analisi di Resistex, su Google, ha potuto tirare le somme di una ricerca interessante (riferita al mese di settembre).

PoliglottaScrivendo il nome “Resistex” nella stringa di ricerca, notiamo che ci vengono immediatamente forniti 68.200 risultati in 0,41 secondi. Indice, questo di un attento posizionamento di tutte le attività digitali svolte per il nostro brand; un brand che ha l’obiettivo di farsi amare in tutto il mondo, teniamo a precisare. E dall’Italia, per l’appunto, ha anche valicato le Alpi, offrendo un perfetto accento francese con una miriade di link che parlano la lingua del galletto tricolore.

Sebbene Resistex spazi in tutti gli ambiti della vita, vediamo che i risultati 2 e 3, ci mostrano i filati realizzati in Carbon (che domina il web) e Bioceramic, con al quarto posto uno spazio d’onore per la 707 Triathlon, il nostro glorioso team. I suggerimenti di ricerca, invece, fanno avanzare il silver e spingono l’occhio oltre le prime cinque pagine.

Addentrandoci poi nella ricerca, vediamo che Resistex si è conquistata ben 32 pagine consecutive, oltre ad una energica spinta che l’ha portata in oriente, tra Russia e Sol Levante, con link di ciclismo scritti in cirillico e giapponese. Una grande conquista, di un made in Italy che giorno per giorno comunica la sua unicità, e giorno per giorno è sempre più sulla bocca di tutti: da quella di Jeff Bezos di Amazon (leggi qui) a quella di amici sportivi russi e giapponesi.

707 Resistex Triathlon: inizia la campagna acquisti

sara body 2Tiene banco la campagna acquisti in casa 707 Triathlon. In vista del campionato 2015, infatti, il team di Palazzolo è già attivo nel mercato in entrata, con l’acquisto di Sara Dossena. Ad ufficializzare il passaggio è lo stesso presidente del team, Germano Raddi: “Sara è, ad oggi, campionessa italiana assoluta di duathlon sprint – spiega – ed è un notevole acquisto, grazie al quale puntiamo a fare il salto di qualità, alzando l’asticella e riconfermando le ambizioni di sempre”

Dalle parole del presidente, a quelle dell’atleta, che in sala stampa, si presenta al mondo dello sport.

“Ho iniziato a fare atletica abbastanza tardi, intorno ai 18 anni… Inizialmente ho esordito con la corsa in montagna, in un secondo momento con strada, con cross e pista. Ho ottenuto da subito buoni risultati e convocazioni in nazionale, ma purtroppo i miglioramenti sono stati accompagnati da un’infinità di infortuni e problemi fisici. Ho fatto la mia ultima gara importante (Coppa Europa 2007 sui 10000 m) con microfrattura e fascite plantare. Da li, una serie di operazioni che non mi hanno permesso di caricare con i km. Il mio migliore risultato è il tempo sulla mezza maratona fatto da promessa (1h12:52), quasi al mio esordio. A causa del mio piede piatto e del mio appoggio, ho sempre avuto problemi di fascite plantare e infiammazioni varie ai piedi. Non sono mai riuscita ad esprimermi al meglio a causa dei numerosi infortuni, che hanno spesso frenato la mia preparazione, obbligandomi anche a lunghi stop.

Nel 2010 ho deciso di “cambiare”.
Mi sono detta: “I miei piedi non mi fanno correre come vorrei? Ok! Correrò un po’di meno, ma non mollo!”. Così ho iniziato a pedalare e a nuotare. Poco alla volta sono arrivati i primi risultati e ovviamente è cresciuta in me anche la motivazione.
Piano piano stanno arrivando i risultati e la mia vita si sta modificando in funzione del triathlon, anche grazie al mio compagno (Maurizio Brassini) che mi aiuta e, come me, crede in quello che faccio.
Quest inverno cercherò di migliorare i miei punti deboli (soprattutto a nuoto). Lavorerò duro, ma questo non mi spaventa, anzi mi motiva! L’anno prossimo credo che ci sarà da divertirsi!!.
ATLETICA

-3 presenze in nazionale di corsa in montagna (junior)

-12^ posto europei di cross (2006)

-13^ posto coppa europa 10000mt (2007)

-5 titoli italiani di categoria tra corsa in montagna e cross

TRIATHLON

– 2 titoli italiani di duathlon classico (2012/2013)

-1 titolo italiano di duathlon sprint (2014)

-7^ europei duathlon sprint (2014)

-5^ europei duathlon standard (2014)

-6^ classificata ETU CUP Riga (2014)

Resistex becomes a way of life on Amazon

resistexFull speed ahead for mr Jeff Bezos, Amazon’s owner, number one of the online selling that, for sure, in his own life he never restricted his business to the books commerce. Jeff really knows what market wants, and moreover he’s really capable to offer what consumers desire. By this way, a grateful surprise for us happened during a web navigation: we typed “Resistex” – as always – on Google Search Engine and…. What did we see? A marvellous tracksuit realized by our yarns. Well: Amazon is selling our products, and their price is an affair: just 199,99 dollars instead of 300,00! In parallel a deepened description which presents the benefits given by our yarns.

Firstable: the antistatic properties which facilitate the scattering of electric charge, giving a better blood fluency during the sport efforts. Moreover the transportation of oxygen molecules becomes quicker through cells’ relocation. The whole tracksuit is covered by Polyester Jersey, advised for all the people that practice sport activities such as bike, surf, triathlon etc. Great results at all that make us also surprised: our yarns reduce lactic acid concentration about 12% and they reduce the heart pulse.

Schermata 10-2456938 alle 10.13.13

Triathlon: la 707 Resistex sul podio più alto d’Italia

foto 1Domenica 5 ottobre, la 707 Resistex Team Triathlon afferma il proprio primato, conquistando la vittoria del campionato nazionale Campioni Italiani di Triathlon, in un testa a testa fino all’ultimo respiro, con la firma di un bergamasco che sigla punti pesanti e segna il raggiungimento dell’ambito traguardo. Lui è Fabio Civera, il team è quello della 707 Resistex. Una squadra che fa dello sport una cultura, e del sacrificio una filosofia che unisce dei campioni, sempre pronti a dare tutto. La vittoria del campionato, per la 707, è arrivata proprio domenica 5 ottobre, nel tracciato di Riccione, grazie all’ottima prestazione di una compagine composta da Civera, Salini, Ladisa, Loi e Sirigu, che già nella disciplina del nuoto hanno saputo affermare la loro superiorità, facendo segnare il miglior parziale. L’allungo sugli avversari arriva però nel testa a testa sulle due ruote, che ha permesso agli atleti di staccare di 1′ i Los Tigres. L’esito non lascia scampo: 707 Resistex Triathlon agguanta il primato, con la tradizionale divisa in filato Resistex Bioceramic, lasciando sul secondo gradino del podio il quartetto dei Los Tigres, composto da Gonzalez-Bonari-Mauri-Selicato. Medaglia di bronzo, invece, per la Cus Torino (Morelli-Gallarato-Boeris-Boni-Marchisio) che spunta il restante gradino del podio sulle oltre 20 squadre partite dal via. A gioire, in primis, è quindi il presidente Germano Raddi, da sempre vicino alla squadra, che commenta entusiasta: “E’ Una vittoria quasi inaspettata ma ce l’hanno fatta. Sono dei ragazzi fantastici e hanno vinto col cuore, per i nostri supporter e anche per la cultura sportiva italiana che nella nostra disciplina può andare a testa alta”. Una vittoria meritata sul campo, un premio ad un Team che dopo tante sfortune si risolleva il morale e suona la carica per riprovarci ancora il prossimo anno. “Una nota di merito anche all’atleta bergamasco Fabio Civera – conclude il presidente – con me da tanti anni che da sempre si distingue portando un sacco di punti alla nostra società”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: