Archive | febbraio 2015

Brain and Body with Videogames for Sportsmen

UnknownAre videogames really dangerous for us? A question which has no answer yet, but which has – in the same time – also stimulated the scientific research, opening to new discoveries in this area that looks forward. This situation is becoming revolutionary because it has been changing athletes’ everyday training. And in the same time ASI (Sport and Social Italian Association) has been recognised from Coni, creating Gec (Competitive electronic games), a solution that transformes videogame in a real sport.

The main tech companies follow the new trend, proposing on the market game related to Triathlon and Duathlon after a deep social research among people which has brought to a new discovery: the more time past, the most of people (both men and women) are loving triathlon and duathlon… The sports of the future.

Well… Nintendo Wii now allows to each sportslovers to compete against other sportsmen all over the world directly from home through the new creation: Home Triathlete™. It is an accessory able to register yourself and to connect you in real time in the virtual world with professional equipment.

A daily training for the running, seven then for foot pool to prepare athletes to the swimming challanges and, last but not least, a bike connected with the console that simulate cyclism. All of this is becoming a total support for triathlon and duathlon athletes that are still practising them. What do you think about this change?

Annunci

Extreme Triathlon: Mente e Corpo con i Videogame

triathlon videogameI videogame fanno male? Una domanda che ancora non ha una risposta certa, ma che ha stimolato la scienza a nuovi studi e nuove scoperte, aprendo scenari interessanti che stanno rivoluzionando la preparazione atletica di molti sportivi. Nel frattempo, l’Asi (Associazioni sportive e sociali italiane) è stata riconosciuta dal Coni e ha dato vita al settore Gec, Giochi elettronici competitivi, facendo dei videogame uno sport a tutti gli effetti.

Le principali case di produzione di videogame non perdono il passo, e seguono sia gli sviluppi dello sport, sia i nuovi gusti di atleti dilettanti, proponendo giochi legati al Triathlon e al Duathlon. Non ci credete?

Beh… Ninendo Wii permetterà ad ogni appassionato di questi due sport, di competere con avversari di tutto il mondo direttamente da casa o dal centro sportivo, grazie a Home Triathlete™ , un accessorio che ti consente di registrarti e connetterti real time nel mondo (virtuale) con un equipment di tutto rispetto.

Un allenamento quotidiano per la fase sprint, sette foot-pool per la preparazione al nuoto e una bicicletta che simula le volate sulle due ruote. Insomma: un buon compromesso per avvicinare i curiosi ad uno sport unico ma anche un ulteriore supporto agli atleti che già lo praticano. Voi che ne pensate?

Cricket World Championship is coming

stadio melbSport is life but history and tradition too. And in the newest continent the World Championship of Cricket is going to take place, attracting billions of spectators who come from Asia and Oceania. From the 14th of february to the 29th of march Australia will host the greatest event, nowadays considered the third championship in the world for the number of followers. Cricket comes after Soccer and Olympiads because the half part of the world – in opposite to occident – is really fond of this ancient sport which is a great business for Asian’s and Oceanian’s company. To raise the curtain on the event is the stadium of Christchurch in New Zeland, followed by Melbourne, in Australia, for the last day for the conclusion. We are correctly accustomed to see the world divided in occident and orient: the first part is really fond of soccer while the second lives for cricket: the emerging Bollywood, local politicians, professionals and normal people too, counting billion of spectators that snub the american baseball (considered its successor) and prefer watching 150 km per hour speed of cricket’s ball.

So discovering cricket, for us, is the same of discovering a new world and new markets, with great opportunities and enormous culture. Actually the cricket reigning is India and the most awarded nation is Australia. Each game is considered an history, written hour by hour, that can last for five days and more. And now a curiosity: cricket is the only sport to have an obituary : “English Cricket is dead”, wrote a britain newspaper after England’s debacle against Australia… And from its ashes is born a Mundial cricket, spread all over the world which is rewriting history. Be Different!

Antichi Sport e Nuovi Mercati con il Mondiale di Cricket

cricketLo sport è vita, ma anche storia e tradizione. Ed è proprio in uno dei più nuovi continenti che si terrà uno dei più nobili degli sport: il cricket.

Al via dunque i Campionati Mondiali, che si terranno in Oceania dal 14 febbraio al 29 marzo. Ma quello che molti invece non sanno, è che questo evento è anche il terzo più seguito al mondo dopo le Olimpiadi e i Mondiali di Calcio. Ad alzare il sipario sarà l’incontro inaugurale che si svolgerà a Christchurch in Nuova Zelanda, per poi concludersi un mese e mezzo dopo a Melbourne.

E se metà globo è ancora affezionata al calcio, l’altra metà vive di pane e cricket: parliamo dell’emergente Bollywood, delle Bandiere di Guerra e di miliardi di spettatori, che snobbano il suo erede diretto (il baseball) e restano con gli occhi incollati a traiettorie che vedono filare palline alla velocità di 150 km orari.

Scoprire per noi il cricket significa riscoprire un nuovo mondo e dei nuovi mercati. L’attuale campione in carica è l’India, mentre la nazione più titolata è l’Australia. Ogni partità è una storia scritta ora dopo ora, visto che può durare anche 5 giorni e in più, è stato anche l’unico sport al mondo ad avere un necrologio tutto suo: English Cricket is dead, recitava un giornale satirico dopo la sconfitta interna della nazionale anglosassone contro l’Australia, e dalle sue ceneri è invece nato un cricket mondiale, che sta riscrivendo la storia. Be Different!

Freestyle, sinonimo di Libertà… A briglia sciolte

freeIl freestyle e’ una disciplina acrobatica, visivamente spettacolare e molto tecnica, che nasce dal gioco del calcio da strada. Richiede molta agilità, controllo, coordinazione e resistenza. Non è da tutti, certo, ma è sicuramente da grande performance!

I freestyler si cimentano in gesti tecnici chiamati “trick” o combo (sequenze di trick), nelle quali vengono utilizzate praticamente tutte le parti del corpo: testa, gambe, petto, collo, schiena… Insomma, da vedere assolutamente! E oltre a questo, i trick possono essere eseguiti dalla posizione eretta, da seduti o da sdraiati. Uno spettacolo!

Questo sport è nato negli anni Novanta, in seguito alla curiosità crescente per le incredibili combinazioni di tricks eseguite dai calciatori in campo e negli spot pubblicitari. Grazie alla tv e a Internet, si è sviluppato sempre di più, un po’ ovunque nel mondo, ma specialmente in Europa, tanto da costituire una pratica assai diffusa tra i giovani per la sua bellezza e spettacolarità. Recentemente si sono affidate al calcio freestyle molte aziende che esercitano il loro dominio nel commercio di abbigliamento e attrezzature sportive.

Questo sport viene praticato in pantaloncini e maglietta, proprio come piace a noi. Liberi, come il freestyle vuole e deve essere.

E ora un po’ di didattica:

Il football freestyle si divide in diversi stili…

Lowerbody/air moves: questo stile è il piu’ apprezzato dalle nuove generazioni La palla è tenuta viva stando nella posizione eretta e usando principalmente i piedi e le gambe.

Upperbody: questo stile è molto popolare in Asia. I tricks vengono eseguiti in posizione eretta utilizzando principalmente la testa, il petto e le spalle.

Sitting: questo stile è diventato molto conosciuto. Tutti i tricks vengono eseguiti stando seduti a terra con le gambe sollevate in aria. La difficolta’ di movimento data da questa posizione aumenta il livello tecnico richiesto.

Freestyle A lot!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: