Archive | marzo 2015

Triathlon: the athlete becomes smarter

imageTechnology is every day closer to sport, thanks to new inventions the make easier sportsmen life… Professionista and not. It’s stunning, and if you are not a believer you could also read the following tips and discover how. Firstable, we are going to speak about triathletes…

RUNNING

Performance is everything, and every athlete knows it. So we suggest Polar RC3 GPS Heart Rate: a simple monitor which calculates cardio frequencies due to a GPS system which allows to monitor distances with maps.

CYCLING

We still are in triathlon area by using Keo Power Bluetooth Smart. It measures burning calories, pedaling so done matching the registered data.

SWIMMING

Arena Brand launches new swimming pool laps counting… Guess where? Directly on your wrist like a watch. A futuristic design quadrant which adheres to the strap. A strong detail of whom nobody can be deprived

Annunci

Triathlon: gli atleti diventano Smart

okLa tecnologia abbraccia l’attività all’aria aperta, e da vita ad accessori e dispositivi che possono facilitare la vita
di ogni atleta, professionista e non… Non ci credete? Eccone la prova… Partendo proprio con la nostra disciplina preferita, il Triathlon!
CORSA
La performance è tutto, e ogni atleta lo sa bene. Polar RC3 GPS Heart Rate
Monitor è semplice e veloce: quest’orologio cardiofrequenzimetro ha
un sistema GPS integrato che consente di tener traccia di tutti gli spostamenti
e calcolare la distanza utilizzando le mappe come riferimento, mentre registra
anche frequenza cardiaca e velocità della corsa
CICLISMO
Siamo sempre in ambito triathlon con Kéo Power Bluetooth Smart. Misura calorie
bruciate, numero di pedalate e consente di confrontare i dati registrati.
NUOTO
Arena lancia sul mercato i nuovissimi contavasche subacquei da polso. Design
futuristico, quadrante con perfetta aderenza e cinturino in materiale
tecnico super leggero. Il dettaglio di cui nessun triathleta può fare
a meno.

5 Curiosities You didn’t know about Fast & Furious 7

7Adrenalin is flowing in every cinema, tuning and turbot are vibrating for the showing of Fast & Furious 7. Indeed Resistex represents perfectly the philosophy of this movie: braver spirit and sport soul. In few words a binomial which speaks the language of our brand. The movie Fast & Furious 7 came out in the last days and it brings a particular memory which touches all the fans, due to the last appearance of the actor Paul Walker, dead last year. However we’re fond of curiosity and off stages, so we disclose 5 aspects related to the movie. Ready, steady, go.
1. Tonight I’m diving

The whole cast will dive into the vacuum from an army airplane C-130…
Unbelievable

  1. Memories + Special Effects

Paul Walker will be present in the movie though his tragic death happened
last jannuary

  1. Scoop

Fast & Furious gets sooner in Italy than in the Usa

  1. They’ll be famous…

Now take the spoiler: Owen Shaw, in the last episode, was defeated and killed, but his brother decided to revenge him

5.  Preview

The beauties in the cast are… Elsa Pataky, Iggy Azalea and Nathalie
Emmanuel: do you know them?

At least, we can just prepare some pop corn and make polish our spoilers, because Fast and Furious is back!

Fast & Furious is Back!

fassstScorre l’adrenalina nelle sale cinematografiche, tuning e rombo di tuono vibrano per la proiezione di Fast & Furious 7. Resistex riflette perfettamente il mood di questo film: spirito avventuroso e anima sportiva, un binomio che parla la lingua del nostro brand.

Il film, da ieri nei cinema, porta con se un carico emotivo non indifferente per i fan, dato che è l’ultima pellicola interpretata da Paul Walker, morto prematuramente l’anno scorso.
A noi però piacciono i dietro le quinte e le curiosità, quindi vi sveliamo 5 aneddoti che riguardano la produzione del film.
Pronti, partenza, via:
1.  Stasera mi butto
Spettacolo allo stato puro: l’intero cast si getta con la propria auto da un aereo militare  C-130.
2. Memories + effetti speciali
Paul Walker sarà presente nel film nonostante la sua tragica morte, poteri della tecnologia.
3. Scoop
Owen Shaw, nell’ultimo episodio, era stato sconfitto e ucciso da un rivale. Preparatevi a colpi di scena perché il fratello decide di rivendicarlo.
4. Saranno famose
Le bellezze selezionate all’interno del cast sono: Elsa Pataky, Iggy Azalea e Nathalie Emmanuel. Tenetele d’occhio.
5. Anteprima
La pellicola è uscita prima in Italia, negli States è in programma per la primavera.
Non ci resta che preparare i pop corn e affilare gli spoiler, Fast and Furios is back!

The Venice-Montecarlo is back!

Schermata 03-2457093 alle 17.40.35The Principlaity of Monaco is becoming, day by day, the new élite of sport. This time, it’s the historical regatta to attest the primacy, with a great regatta which will start next july. The event whose we are speaking about was born in 1990, and for 8 years has offered emotion to all the sportsmen of the world, and after 17 years of sleep it’s coming back.

This year, the trait Venice – Montecarlo, the longest of ever, composed by 1.450 miles of navigation comes back with dozen and dozen of boat engaged in the challenge. An italian actor, Renato Pozzetto, (who partecipated to the regatta) defined it a kind of “Dakara on the sea”. Schermata 03-2457093 alle 17.40.22But people know it as “The Sea Marathon”, a speed competition characterized by high altitude and divided in different stages. “This time, we are giving life to an inimitable event, which is attracting the interest of cultural, turistic and economic organization” explained the president Fiorella de Septis. Moreover the new stages have been introduced: Salerno and Formia, and twenty more boats subscribed their partecipation to the event. Exactely: a boat for each italian region. The winner boat will be awarded with the Golden Lion, kept till the next edition of 2016.

Schermata 03-2457093 alle 17.40.47

Torna a Vele spiegate la Venezia-Montecarlo

montecIl Principato di Monaco si proclama, sempre più, l’elite dello sport. E questa volta ad attestarne il primato, sarà una storica regata, che taglierà il traguardo nella capitale monegasca dopo un lungo tragitto che partirà dall’Italia, e più precisamente dal porto di Venezia. E’ stata ufficializzata infatti la rinascita di uno dei più attesi eventi sportivi su acqua di sempre: la “Venezia-Montecarlo”: millequattrocentocinquanta miglia di navigazione, tra le più dure e difficili, per un vero “giro d’Italia” del mare,o, come l’aveva definita Renato Pozzetto (che aveva partecipato alla competizione), la “Dakar” sull’acqua. La Maratona del Mare – così è conosciuta – venne ideata nel 1990, e dopo un lungo stop riparte a vele spiegate con la sua ottava edizione, prevista per luglio 2015. Si tratta di una competizione di velocità a gara di altura, a tappe, che sta coinvolgendo sempre più cantieri navali. A spiegare ciò che rende unica questa edizione dalle precedenti, però, la presidentessa del comitato di organizzazione, Fiorella de Septis:

“Questo è l’anno della svolta, perché stiamo riuscendo a creare un evento, che tutti riconoscono come inimitabile, inmontecarlo-panorama grado di calamitare interesse sportivo, culturale economico e politico”. Nota di spicco, inoltre è data dalle nuove tappe (Salerno e Formia) a cui si aggiungono le 20 imbarcazioni con cui scenderà in campo “Flottaitalia”, ognuna in rappresentanza di una regione.

La barca vincitrice si aggiudicherà il “Leone d’oro”, che sarà custodito dalla regione vincitrice che lo consegnerà al vincitore dell’edizione successiva

Challenge Dubai Triathlon, because the Future is now

resistexaaaaSun, seaside, supercar and now, finally, a lot of sport. Dubai looks forward and warms up the muscles to achieve the pole position for the coolest event ever: a world competition finalized to bring into the Arab Zone the eldership of the one considered as the sport of the future. There was great expectation aroundd the competition, that took placelast february, under the patronage of Shaikh Hamdan Bin Mohammed (Crown Prince of Dubai) and Dubai Sports Council, it took place the Challange Dubai Triathlon: a sport event which summoned the top ten finishers in the men’s and women’s categories for a whole sum of 300.000 dollars. The name of Organizing Committee’s Chairman is Ahmad Al Kamali and these are his words:

“The success of Challenge Dubai will give a big boost to this mega event, the first of its kind in the region”.

Although the presence of the best triathlets in the world, the win has gone to the outsiders: the kiwi athlete Terenzo Bozzone surprised everybody overcoming the spanish Javier Gomez, the germans Jan Frodeno and Michael Raelert and the australians Luke McKenzie, Tim Reed, Brad Kahlefeldt and Pete Jacobs too. In the same way Daniela Ryf preceeded for the podium Heather Wurtele and Helle Frederiksen. And last but not least, what Race Director Ahmad Al Haj said: “we are setting up a special athletes village at the venue”. Guess you where, readers… The village is located close to the Jumeirah Beach Park on Jumeirah Street (off of Al Athar street): the course is set against iconic landmarks such as the world’s tallest building, the Burj Khalifa and the Burj AlArab. The swim is off Jumeirah Beach, in the waters of the Arabian Gulf opposite the famous World Islands. The bike will head out through the city to the sand dunes of the Nazwa Desert and then the run will head along the white sandy coastline. Last but not least the sponsor who joint the event: Saucony company, specialized in running shoes production.

Challenge Dubai Triathlon, il Futuro è ora..

dubai1Sole, mare super car e ora anche tanto sport. Dubai guarda al futuro e scalda i muscoli per guadagnarsi la pole position con un evento triathlon da urlo: una competizione mondiale finalizzata a portare definitivamente negli Emirati quello che è considerato lo sport del futuro. C’è stata grande attesa attorno alla manifestazione sportiva avvenuta lo scorso 27 febbraio, che è stata addirittura patrocinata dallo Sceicco Hamdan Bin Mohammed (Principe di Dubai) e dal Concilio dello Sport di Dubai, ha avuto luogo la Challenge Dubai Triathlon, che ha chiamato a sé la top ten delle categorie maschili e femminili, grazie ad un investimento di 300.000 dollari impiegati per l’organizzazione. Estremamente d’impatto lo scenario nel quale si è svolta la manifestazione, tutto in chiave Dubai per intenderci. Basta pensare che la strada principale che ha visto l’evento, si snoda di fronte al Burj Khalifa e al Burj AlArab, mentre le acque per nuotare sono quelle del Golfo Arabo, a cui si aggiunge il tracciato ciclabile, che dalle vie cittadine porta alle dune di sabbia del deserto di Nazwa e il tracciato di corsa, sulla costa sabbiosa. Da mille e una notte!

Dal punto di vista competitivo anche qui, non poche sono state le sorprese, infatti, nonostante la presenza dei migliori triathleti a livello mondiale, la vittoria è andata agli outsider del torneo. Il neozelandese Terenzo Bozzone ha sorpreso tutti superando lo spagnolo Javier Gomez, i tedeschi Jan Frodeno e Michael Raelert, gli australiani Luke McKenzie, Tim Reed, Brad Kahlefedt e Pete Jacobs. Sulla stessa linea gli esiti della categoria femminile, con Daniela Ryf che ha preceduto sul podio Heather Wurtele e Helle Frederiksen.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: